BELLEZZE AL MUSEO 2021

BELLEZZE AL MUSEO 2021

Un tour per meglio comprendere la nostra bellezza e quella dell’arte.

Leggi in 5 minuti

Eh si, il nostro tour Bellezze al Museo 2021 si è concluso.
Scrivo qui perché nulla vada perduto, non un abbraccio, non un sorriso, non uno sguardo sulla bellezza di ognuna delle città che ci ha accolto.
Ancona. Taranto. Matera. Sentite ancora il nostro vociare?
Siamo dei casinisti. Ma a noi piace così. Viviamo scodinzolanti di gioia.
Il nostro è un paese meraviglioso, pieno di arte, storia, cultura. E anche voi, siete bell*. Di una bellezza vostra, unica ed irripetibile.
Questo è quello che volevamo comunicarvi.

Ma andiamo per ordine, per chi non c’era e per chi volesse rivivere con noi queste emozioni, ecco cosa abbiamo fatto, dove siamo stati, dove abbiamo riso, gioito ma anche mangiato e ballato.

Il Beauty Truck si è mosso svelto, portando con sé un fondoschiena di gesso, sul quale ogni persona ha potuto scrivere cosa per lei rappresentasse la vera bellezza, un backdrop con una scritta bellissima “Siamo tutte opere d’arte”, e oltre 2000 passaporti “Fagiana Pellegrina”, con altrettanti stickers raffiguranti le città visitate. Si. Fa molto ridere. Ah, e ovviamente c’era anche la maglietta “Ribelle come il sole”, must have assoluto.

Questi i nostri numeri:
Oltre 40 persone del nostro staff coinvolte.
Più di 1600 biglietti regalati per i Musei.
Oltre 3000 persone sono passate ad abbracciarci.

Le tre meraviglie

Le tappe di questo tour erano tre e di ognuna voglio raccontarvi le meraviglie in cui mi sono imbattuta. E, perché no, farvi sognare un po’, perché senza voi fagiane tutto ciò non sarebbe stato possibile.

ANCONA

Prima tappa: ANCONA.

Impossibile descrivervi l’emozione della visita al Museo Omero, nato per far conoscere le opere d’arte alle persone non vedenti: un’arte da esplorare con il tatto, un museo dove è possibile toccare le sculture per comprendere le espressioni dei volti, dove i sentimenti e le emozioni le senti sulle dita. Mi hanno bendata. E da sotto uscivano lacrime di commozione.

La fondatrice del museo, la signora Daniela, è stata la mia guida d’eccezione e fidatevi se vi dico che ne vale la pena.

L’ingresso è gratuito, se passate da Ancona è la tappa spaccacuore per eccellenza.

Il Truck è stato posizionato all’interno della Mole Vanvitelliana, sono state giornate piuttosto calde, e l’accoglienza è stata davvero incredibile. Abbiamo distribuito acqua alle persone in coda, e le abbiamo protette con ombrelli, cappellini e protezione solare. Abbiamo ballato davvero tanto.


La prima sera abbiamo cenato al Guasco Caffè (https://guascocaffe.it/), in pieno centro storico, che con i suoi san pietrini e le luci della notte che si rifrangevano sui muri bianchi ci ha avvolti in un’atmosfera incredibile.

La seconda sera volevamo il pesce. Essì. Vuoi non fare il pieno ad Ancona?

Vi consigliamo a gran voce il Ristorante Miscia, in piazza Rosselli. È leggermente nascosto e da fuori può anche apparire semplice, ma vi assicuro che all’arrivo del primo piatto capirete di aver scoperto uno dei ristoranti più validi che abbiate mai visitato. Consigliatissimo.

TARANTO

È stata poi la volta di Taranto, dove ho visitato il MarTA Museo Archeologico Nazionale, uno dei più rilevanti a livello internazionale.
Qui respiri la storia, quella lontana ed antica che stupisce e ammutolisce. Ti riempie gli occhi.
Il museo conserva i famosissimi “Ori di Taranto”, i vasi di epoca ellenista e moltissimi altri reperti archeologici, tra cui belletti e trucchi dell’epoca, ovviamente amatissimi da me. Un tuffo nella storia, letteralmente.
Quando vi dicono che “a Taranto c’è solo l’ILVA”, raddrizzate la schiena e rispondente con fierezza che Taranto è un museo a cielo aperto, in cui puoi respirare la Magna Grecia a pieni polmoni anche solo passeggiando per le strade di Città Vecchia.

Noi eravamo posizionati in Piazza Garibaldi, sotto le piante fresche dei giardini.
Qui l’accoglienza è stata davvero impressionante… Sapete perché?
Perché in quella piazza vive un cane, di nome Max. Max non ha una famiglia, ed è il cane di cui tutta la città si occupa. Il sindaco stesso, quando qualcuno l’ha portato al canile, si è mosso per liberarlo, rendendolo libero cittadino onorario.
Voi non ci crederete, ma ci ha protetti e difesi sempre. Ha giocato con noi, riso e bevuto un sacco d’acqua.
La cosa più commovente è stata vedere i passanti che lo salutavano chiamandolo per nome.
Ciao Max. Verremo a trovarti ancora. Promesso.


Taranto è una città davvero sorprendente, abbiamo alloggiato all’Hotel Histò (link Hotel 5 Stelle Lusso Taranto Masseria Puglia| Relais Histò (relaishisto.it), una masseria molto caratteristica ed accogliente.

Il Ristorante all’interno propone una cucina tipica semplice ma non scontata. I paccheri erano strepitosi.
La seconda sera siamo stati al ristornate Gatto Rosso, se amate il pesce qui non potete mancare.

L’ultimo giorno mi hanno portata in barca a cercare i delfini, ed è stato super emozionante. Consiglio a tutti di rivolgervi a https://www.joniandolphin.it/ per vivere questa esperienza.

La sera abbiamo concluso al ristorante Sud Mare Grande in viale Virgilio 66, una delle terrazze più belle e panoramiche di Taranto. Eravamo molto stanchi, ma quello scorcio di città ci ha saputo rapire e risvegliare.

MATERA

E infine Matera. Potrei stare ore a parlare dei suoi Sassi. non a caso Patrimonio dell’Umanità.
Qui ho visitato il MUSMA, Museo della Scultura Contemporanea, l’unico museo “in grotta” al mondo. Sì, hai capito bene, l’UNICO AL MONDO. E già questo dovrebbe essere un valido motivo per andarci.

Il dialogo perfetto tra la collezione di opere d’arte contemporanea del museo e l’ambiente stesso mi ha fatto letteralmente innamorare, DOVETE andarci, è un’esperienza pazzesca.


Ma torniamo alla città. Magica, affascinante, misteriosa.
Munitevi di scarpe con una bella suola e andate a scoprirla.


Il Beauty Truck era posizionato in piazza San Francesco, faceva caldo. Davvero tanto caldo, ma voi non siete mancati, e tra un caffè ghiacciato e l’altro ci avete riempito di tanto affetto.

Abbiamo diviso lo spazio con l’associazione Komen Italia che con le loro carovane hanno eseguito esami diagnostici per la prevenzione del tumore al seno.

Non posso che ringraziare e dire che è stato un onore nonché un’emozione unica vivere questa esperienza con voi.
Si. Anch’io ho fatto la mammografia. Fatela sempre anche voi.

La prima sera siamo rimasti nel nostro magnifico Hotel, che con una terrazza unica ci accolto per la cena.
Allora, prima di decantare la cucina di Matera, voglio e devo parlavi dei Peperoni Cruschi.
Penso di averne mangiati allo sfinimento, la ricetta non la conosco, ma a me sono sembrati buoni come patatine. Masterpiece del luogo.

La secondo sera sì, ci siamo fatti prendere la mano, ed abbiamo trasformato una cena in un capodanno. Siamo stati da AREA 8 Matera, che per l’occasione aveva anche il meraviglioso dj Serafino. Gente, questo locale è un’esperienza, e noi l’abbiamo onorata come solo il Team Veralab sa fare: ballando sino a tarda notte come pazzi.

La finale degli Europei abbiam ben pensato di viverla in uno dei ristoranti più conosciuti e chic di Matera, su una terrazza dalla vista mozzafiato.
Credo che all’ultimo rigore, alla parata finale di Donnarumma, ci abbiano sentiti anche a Milano.
Euro 2020 Football GIFLa cucina ricercata e sorprendente del ristorante Le Bubbole, resterà nei nostri cuori come le nostre urla rimarranno nelle loro orecchie: per sempre.Grazie Matera, per la tua bellezza, per aver restituito ad ogni ora del giorno nuovi colori e nuove sfumature. Grazie per essere così impegnativa e così semplice. Grazie per il tuo cuore grande, fatto di persone.

Grazie Italia, grazie Arte e grazie a voi, che non ci avete mai fatto sentire sol* in questo viaggio.

Ancora una volta, avete fatto la differenza.

Sempre vostra

Cristina

  • Vitalba 31/07/2021

    Grazie a voi, che con la vostra carovana rosa, mettete in luce le meraviglie del nostro paese!! Non vedo l’ora di andare a visitare questi musei e le città che li ospitano.per uno ho gia i biglietto gratis!!!!

  • Vitalba 31/07/2021

    Grazie a voi, che con la vostra carovana rosa, mettete in luce le meraviglie del nostro paese!! Non vedo l’ora di andare a visitare questi musei e le città che li ospitano.per uno ho gia i biglietto gratis!!!!

  • Fabiana 30/07/2021

    Grazie di tutto Cristina ..siete tutti speciali! Ad Ancona mi avete fatto delle foto con i vostri prodotti, dove posso trovarle?

  • Angelita 30/07/2021

    Non ho potuto esserci in nessuna di queste, ma con i vostri racconti ,foto e consigli è stato un divertimento comunque! Grazie

  • Candida 30/07/2021

    Grazie Cristina, che non manchi di emozionarci con le parole...

  • Valentina 30/07/2021

    Purtroppo non sono riuscita a partecipare al tour (d'altronde il primo weekend ero proprio a vedere la mostra di Damien Hirst a Galleria Borghese da te consigliata Cri: un incanto), ma nelle due settimane successive, nel mezzo del nostro giro per le Marche, ho trascinato il mio ragazzo al Museo Omero ed è stato semplicemente magico: un'esperienza indimenticabile, che ci ha insegnato moltissimo. Grazie di cuore da una fagiana bolognese

  • Giusi 29/07/2021

    Grazie per aver fatto tutto questo, felice di aver partecipato, felice di aver conosciuto te ed il tuo team! #beautytruckmatera2021

Iscriviti alla newsletter dell’Estetista Cinica

Ogni mese riceverai promozioni e contenuti speciali che Cristina riserva alle sue amiche.
Subito per te un 10% di sconto!

Iscriviti ora
Newsletter Estetista Cinica